Polpettone di lenticchie con pesto, fagiolini e patate

Una ricetta estiva, fresca e saporita che si può gustare anche fredda

Polpettone di lenticchie con pesto e fagiolini

L’idea per questa ricetta l’ho rubata agli amici vegani, che hanno creato dei piatti davvero strepitosi, sostituendo la carne e i prodotti di origine animale in generale con altri alimenti. Mi piace provare tutto e come oramai sapete sono sempre aperta a fare nuove esperienze e devo dire che sino ad ora nessuno dei piatti veg che ho preparato mi ha lasciata insoddisfatta, anzi! In futuro vi proporrò qualcuno dei piatti che preferisco, ma oggi invece vi presento questo polpettone che, pur sostituendo la carne con le lenticchie, ho arricchito con del formaggio e quindi non è vegano per nulla!

Ingredienti
Per la base

  • 400 gr di lenticchie crude
  • 3 foglie di alloro
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 pizzico di sale
  • Pepe nero
  • 1 ctè di cumino
  • 4 fette di pane raffermo
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • Semolino qb ( o farina di ceci, o pan grattato)
  • Prezzemolo tritato

Per il ripieno

  • 4 patate
  • 300 gr di fagiolini
  • 1 confezione di pesto (io me lo preparo da sola, ma quello acquistato va benissimo)
  • 2 carote
  • Parmigiano grattugiato
  • Pepe nero
  • Aglio

Preparazione

Lavate le lenticchie velocemente e poi cuocetele normalmente in acqua salata con l’aggiunta delle foglie di alloro, quindi mettetele a raffreddare. Tagliate ora a fette sottili le patate, prima lavate e sbucciate e poi fatele cuocere in acqua bollente per 5 minuti. Scolatele e mettete anche queste a raffreddare. Anche le carote vanno pulite e cotte in acqua bollente fino a che non diventeranno morbide, ma non scotte. In una ciotola mettete ora le fette di pane e il vino e lasciate qualche minto fino a che non si ammorbidisce, quindi strizzate e mettete da parte. I fagiolini li dovrete cuocere velocemente in padella, con lo spicchio di aglio, un po’ di olio e poca acqua, giusto quella che serve per non farli attaccare. Ricordate di non eccedere con l’acqua perché altrimenti il ripieno bagnerà il polpettone. Ci siamo, possiamo procedere “all’assemblaggio”! dimenticavo, io mangio senza sale, quindi spesso dimentico di nominarlo, voi ricordate di regolare tutto di sale al vostro gusto, tenendo presente che se utilizzate il pesto acquistato in negozio sarà salatissimo di suo.

In una ciotola capiente mettete le lenticchie, il pane strizzato, il cumino, un po’ di aglio tritato e il pepe nero e con la frusta riducete tutto (potete anche usare il mixer). Se l’impasto risultasse troppo bagnato, aggiungete semolino fino ad avere una consistenza morbida, ma lavorabile come la carne macinata per intenderci. Sulla leccarda del forno mettete un bel foglio di carta da forno e disponete tutto l’impasto, stendendolo bene. Sulla base stendete il pesto con una spatola, quindi fate uno strato con le patate ben allineate, una bella spolverata di formaggio grattugiato, uno strato di fagiolini e infine le carote. Queste ultime potete tagliarle a fettine e distribuirle sopra i fagiolini oppure fare come faccio io, cioè metterle in fila sulla parte alta del polpettone.

Bene, pronte ad arrotolare? Gentilmente e con delicatezza, aiutandovi con la carta fa forno, dovete arrotolare il polpettone creando la forma solita. Quando avete fatto, fate una caramella con la carta da forno e continuate ad arrotolare le estremità per compattare bene il polpettone. Infornate per un’ora circa la caramella a 180°, quindi togliete il polpettone da forno e lasciatelo raffreddare. Una volta freddo lo potrete affettare dello spessore che desiderate e gustare con una bella insalata mista.

di Titta Trua

Rispondi

P.I. 038859400167 - Marketing Manager: Titta Teresa Trua - Marketing mail: marketing@matrimoniocreativo.eu
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: