Matrimonio vintage … anni 50!

matrimonio vintage anni CinquantaMatrimonio vintage … anni 50! – La collezione Prada Primavera/Estate 2012 propone sulle passerelle dell’alta moda internazionale vestiti dai colori sgargianti e dalle forme anni Cinquanta. E’ facile immaginare che queste stesse tendenze modaiole influiranno sicuramente sull’organizzazione dell’evento matrimoniale: il matrimonio vintage anni Cinquanta sarà, quindi, probabilmente, l’evento top dell’anno.

Look sposa per matrimonio vintage anni Cinquanta

capelli sposa anni cinquantaLa sposa che intende organizzare un matrimonio vintage basato su stili e mode degli anni a cavallo tra la prima metà e la seconda metà del Ventesimo secolo, dovrà innanzitutto riproporre l’atmosfera di quegli anni nel proprio abbigliamento. La moda anni Cinquanta esalta la femminilità: gonne la cui ampiezza è evidenziata da enormi cinturoni o fasce strette in vita così come corpetti dai disegni particolari mettono in mostra le curve e ben si adattano alle forme morbide e abbondanti. L’abito da sposa anni Cinquanta è, quindi, un abito che stringe alto sui fianchi e dalla gonna vaporosa: un tipo di disegno che, nella collezione spose 2012, è riproposto da Rosa Clarà nei suoi modelli Alada oppure Lurdes della linea Two, ma che si può egualmente trovare in alcuni Egò di Valentini, dal taglio corto e sbarazzino.

abiti da sposa anni cinquanta rosa claràLurdes – Rosa Clarà abiti da sposa anni cinquanta egòEgò di Valentini

abito da sposa kate middletonNon dimentichiamoci che già la futura regina d’Inghilterra, proprio lo scorso anno, si è proposta per prima come sposa vintage: l’abito da sposa di Kate Middleton, infatti, è la versione rivisitata dell’abito nuziale di Grace Kelly, sposa nel 1956.
La scarpa da sposa vintage anni Cinquanta è sicuramente uno chanel – il must di quegli anni – o, per le spose più alte, una ballerina. Il trucco sposa vintage anni Cinquanta, invece, richiede eccesso nei colori e labbra rosso scarlatto… ovviamente il tutto deve essere rivisitato in modo da non sembrare eccessivo: l’obiettivo della sposa, quel giorno, deve essere, infatti, quello di risultare naturalmente bella, prescindendo dal tema o dalle mode che si intendono seguire. I capelli della sposa, infine, saranno tirati tutti in uno chignon oppure raccolti in una coda: qualsiasi sarà l’acconciatura scelta, si suggeriscono forme semplici e rotonde, che lascino il collo scoperto in modo da allungare la figura e che esaltino la femminilità.
Per lo sposo il top della sorpresa è dato dall’effetto brillantina nei capelli… ma per i meno avvezzi agli eccessi, il consiglio è quello di creare l’effetto scenico semplicemente indossando un borsalino.

 

Suggerimenti per le decorazioni floreali e per il ricevimento

bouquet di nebbiolina e orchideeIl matrimonio anni cinquanta deve esaltare la raffinatezza preziosa, il gusto per il particolare: tra le scelte floreali più idonee compare, quindi, l’orchidea legata alla nebbiolina – che, tra l’altro, sono i fiori scelti dalla grande diva Liz Taylor per il bouquet del suo primo matrimonio, nel 1950.
Il contesto cerimoniale, quindi, sarà molto semplice: l’altare della chiesa, i banchi della sala comunale e la casa degli sposi saranno decorati semplicemente dall’elemento floreale scelto e l’intero contesto ispirerà un clima di semplicità tipico di quegli anni, con la predominanza esclusiva del bianco come colore del ricevimento, in modo da creare un effetto ottico che richiami le foto in bianco e nero.
Il clue sarà, però, dato dall’effetto sorpresa che susciterà la vista del mezzo di trasporto utilizzato dagli sposi: una alfa romeo giulietta o, per i più estrosi, un mezzo alternativo come la moto guzzi, entrambi da considerarsi certamente il top dei trasporti in quegli anni.
Altro particolare insieme chic ed originale sarà realizzare un tableau mariage di cartone a tema, che nella forma e nei colori possa richiamare alla mente il televisore di quegli anni. Sullo schermo del TV saranno attaccate le foto dei film di successo di quel decennio: ad ogni film corrisponderà uno specifico tavolo. Ai torta matrimonio a pianitavoli, poi, gli ospiti troveranno un’altra immagine dello stesso film insieme ad una citazione d’amore oppure augurale.
L’atmosfera vintage potrà essere ulteriormente accentuata dalla proiezione di un filmino pre-matrimoniale ritoccato in modo da risultare, nell’insieme, come la visione di una pellicola di quegli anni. Suggerimenti per il momento finale della cerimonia? Sicuramente una torta a più piani, esagerata, proprio come quella presentata nel 1956 durante il matrimonio del Principe Ranieri di Monaco… e come dono agli ospiti, un presente in porcellana concilierà aspettative e atmosfera vintage!

Rispondi

P.I. 038859400167 - Marketing Manager: Titta Teresa Trua - Marketing mail: marketing@matrimoniocreativo.eu
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: