Matrimonio civile alle soglie della primavera…

Matrimonio civile alle soglie della primavera…1° marzo 2014, Terme di Caracalla, Roma. Piove a dirotto, ma il freddo di marzo non spaventa i numerosi passerotti che si rincorrono sul selciato in pietra, spingendosi l’un l’altro per non perdere l’occasione di un lauto pasto costituito da resti di riso nuziale. Gli invitati sostano sotto gli enormi lastroni di pietra del porticato di S. Maria in Tempulo: tra loro cresce l’agitazione per l’arrivo degli sposi.

matrimonio civile in Santa Maria in Tempulo Roma

Prima arriva lui, lo sposo, trafelato, emozionato; brevemente, si concede agli astanti accogliendo con un sorriso rapidi auguri, sorride e scompare all’interno. Poi arriva lei, la sposa, come da tradizione a braccetto con suo padre: il tempo si ferma e un secondo diventa un punto sconfinato nello spazio, un tempo dalla durata non misurabile; la sua vista è gioia pura, è lei la primavera che con il suo bianco candore rischiara il gelido inverno….

Matrimonio civile nel plesso di S. Maria in Tempulo

La cerimonia ha inizio: il rosso vivo di ogni elemento che riempie lo spazio di questa chiesa comunale rende l’ambiente circostante intimo e accogliente. La passione delle promesse dei due giovani, Emanuele e Sandra, riscalda le ossa e il cuore di tutti i presenti: sì, perché dentro queste antichissime mura l’Amore ha portato l’estate e il momento è diventato, così, unico e irripetibile.

matrimonio civile chiesa sconsacrata Santa Maria in Tempulo, Terme di Caracalla Roma

La testimone di nozze porge il cuscino delle fedi all’Ufficiale dello Stato Civile: un delicatissimo cuore bianco su cui sono state ricamate, in verde, le iniziali degli sposi e la data delle nozze. Il verde: una tonalità che richiama la rigogliosa Natura di una stagione ormai alle porte. Via libera allo scambio delle fedi, suggellato da un romantico bacio: Emanuele e Sandra sono marito e moglie. La folla acclama e gioisce con loro.

cuscino delle fedi ricamato bianco e verde

Intanto c’è chi, tra gli invitati, si prepara e distribuire i coni di riso per il lancio augurale al termine della cerimonia: dei cartoncini bianchi ciascuno impreziosito dalla presenza di una coccinella rossa, in un unico contesto il colore dell’Amore unito al simbolo della fortuna – anche questo un richiamo alla forza prorompente dell’avvento della bella stagione, che inneggia al fiorire degli amori.

 

Inno nuziale alla Primavera: coccinelle, bianco e nozze simply-chic

Dalla chiesa di S. Maria in Tempulo alla sala ricevimenti Villa Ottaviani è un attimo: mentre si attende l’arrivo degli sposi – alle prese con l’obiettivo del fotografo – viene inaugurato un ricco aperitivo a buffet.

tavolo bomboniere matrimonio a marzo

Nella location il bianco domina su tutti gli altri colori: le nozze, così, assumono una valenza simbolica tradizionale; il tavolo degli sposi è posto al centro della sala ed è decorato con un meraviglioso e candido centrotavola di gypsophila e roselline bianche: lo stesso centrotavola – più piccolo – è posto su ciascuno dei tavoli assegnati ai diversi ospiti. Alle spalle degli sposi, un banchetto elegantemente addobbato mostra le bomboniere di nozze realizzate a mano da Sandra ed Emanuele: i due hanno personalizzato ogni dettaglio curandolo personalmente, dalle partecipazioni di nozze e inviti, al menu della sala ricevimenti al confezionamento del dono nuziale.

bouquet di ranuncolo bianco

«Attraverso questi elementi, il matrimonio parla di noi», dice la sposa riferendosi al tableau mariage che riporta una lista di tutte le letture condivise (Auto da fé, Il giorno dei Trifidi, Lo spirituale nell’arte, 2001 Odissea nello spazio, Tre millimetri al giorno, Delitto e castigo, Esperimento con l’India, Da cosa nasce cosa, Martin Eden, Crociera nell’infinito), ben consapevole che in questo modo ogni souvenir di quel giorno sarà davvero un ricordo per amici e parenti. Il tempo scorre con allegria, tra risate e chiacchere e tantissime golosità culinarie.

menu homemade matrimonio a marzo

Dopo il taglio della torta nuziale e l’immancabile lancio del bouquet, la festa volge al termine: fuori piove e fa freddo, ma non importa: il cuore di ognuno è stato già scaldato dalla fiamma dell’Amore.

Un pensiero riguardo “Matrimonio civile alle soglie della primavera…

  • 14/04/2014 in 07:27
    Permalink

    Riuscire ad accogliere gli invitati e renderli partecipi della propria felicità è uno degli ingredienti fondamentali del giorno del si. Siamo stati davvero contenti. Grazie di aver vissuto con noi il nostro giorno, dell’affetto manifestato e di questo articolo arrivato ad un mese esatto, come un altro dono. Un abbraccio. Sandra

    Risposta

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: