Matrimonio a tema libri: un romanzo per le mie nozze!

Perché non scegliere un libro e prendere spunto dalle sue pagine per il tema del matrimonio?
Cosa c’è di più eterno di un libro?

matrimonio a tema libri: un romanzo come tema delle nozze. Idee

Chi ama leggere lo sa. Sono viaggi gratis, mondi nuovi ed esperienze fantastiche che viviamo in prima persona e che ci fanno ridere, piangere, innamorarci e trepidare. Un bel romanzo, un romanzo scritto bene, di quelli in cui l’autore ti cattura e non ti lascia più, nemmeno quando il libro sarà finito; un bel romanzo dicevo, è uno spunto incredibile per un tema di nozze!

Non ti lascia più, perché un libro è davvero per sempre, diventerà pare di te e ti ritroverai in metropolitana, la sera mentre torni a casa, a ripensare alle sue pagine, a non vedere l’ora di arrivare, chiudere la porta, sederti sul divano e riprendere da dove avevi interrotto.
Non trovate che sia proprio come dovrebbe essere un matrimonio?
Non vorresti che il tuo matrimonio fosse proprio così?

Per un matrimonio a tema “il libro” scegliamo il nostro libro preferito per dare l’atmosfera e poi sfruttiamo il libro come oggetto e concetto, per personalizzare tutto il resto e definire i dettagli.

Matrimonio a tema libri: scegliamo il libro

Ogni libro un mood.
matrimonio a tema libri - il romanzo Gli Occhi del Drago di S. King
Country per i libri di pistoleri, urban per i gialli, e poi c’è il noir, i romantici, i comici.
La prima domanda è: qual è il tuo libro preferito? Il mio, quello che useremo per questo articolo, è un libro di Stephen King. Per le poche che non lo conoscessero, King è un autore di libri definiti horror, ma io ho sempre pensato che la definizione fosse riduttiva. Per me lui riesce ad essere fantastico, romantico e avventuroso.
Gli occhi del Drago, il libro che io adoro, è una favola fantasy che King ha scritto per la sua bambina, allora troppo piccola per avvicinarsi al genere horror.

Il cattivo è davvero cattivo, e lo ritroviamo poi anche in altri romanzi dell’autore, ma qui la storia parla di un castello, di un re buono anche se non troppo forte, ucciso dal mago cattivo che poi cerca di spodestare anche il principe. Gli elementi per un bel matrimonio ci sono tutti:  la magia, il drago, il castello, il lieto fine con il bene che trionfa. Insomma avrete capito che io amo davvero tanto questo libro.
 

Matrimonio a tema libri: sposarsi in un castello

Ora sappiamo che il matrimonio sarà romantico e ambientato nel mondo della magia e dei libri. Possiamo quindi iniziare la nostra ricerca.

Partiamo dalla location; voglio un castello, sarebbe davvero l’ideale, no?
L’Italia è piena di castelli, e molti sono diventati prestigiose location per gli eventi importanti.

Come ben sapete amiche mie, io abito in terra calabra, e qui, tra mare e montagne, i castelli abbondano, e io amo anche il mare, quindi decido che mi sposo a Roseto Capo Spulico, nel meraviglioso Castello Federiciano risalente al X secolo. Qui si respirano Storia e avventura e il panorama, credete a me, è mozzafiato! Vi racconto solo che il castello fu requisito da Federico II niente di meno che ai Cavalieri Templari, come ritorsione al loro tradimento, durante la VI crociata in Terra Santa (1228). Bene, bene, la location c’è e insieme ad essa mi sono assicurata anche la consulenza dello chef che opera nel castello, in grado di ricreare l’atmosfera magica anche nei piatti, unendo il grande talento alla sensibilità artistica che solo i grandi chef hanno.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Oddio, che mi metto?

Questa frase l’avete certamente sentita molte volte, detta proprio da voi, davanti all’armadio stracolmo di vestiti.
Questa volta però siamo giustificate. Dobbiamo cercare l’abito nuziale!

A me piacciono le cose uniche e originali e quindi per il mio grande giorno ho deciso che il vestito me lo faccio cucire addosso. Letteralmente! Fortunatamente matrimoniocreativo.it vanta la collaborazione di uno stilista di grande abilità e simpatia e quindi contatto subito Diva Atelier e mi faccio passare Vito Antonio Dionisio. Beh, pare che io sia una donna curvy, oh, mai nessuno che mi confonda con una smilza…

matrimonio a tema libri - bozzetto abito medievale in stile fantasy per donna curvy
Vito Antonio Dionisio, Diva Atelier

Comunque, ho raccontato a Vito Antonio come sarà il matrimonio, romantico e fantasy, con tanta magia e lui mi ha promesso di creare un vestito unico che farà scomparire tutte le fate delle favole. Rimanendo in tema di vestito, c’è una cosa alla quale non rinuncio, nemmeno il giorno delle nozze ed è la scarpa bassa. Non amo i tacchi, e soprattutto ci cammino male. Ho spiegato questo particolare a Vito Antonio, il quale ha storto il naso, ma ne terrà conto e io intanto posso cercare le scarpe perfette. Ho trovato chi fa per me e finalmente ho anche le scarpe, un paio di sandali gioiello infradito spettacolari, una realizzazione dei maestri dell’isola di Capri.

matrimonio a tema libri: sandali come scarpe sposa
Maestri di Capri

Torniamo in sala e pensiamo agli addobbi

Dopo aver risolto abito e scarpe, torno a preoccuparmi dell’allestimento della sala, che voglio personalizzare. Per questo aspetto del mio matrimonio ho deciso di spostare l’attenzione dalla storia raccontata nel libro, al concetto di libro, con le sue caratteristiche.

Al tempo in cui la storia de Gli Occhi del drago si sviluppa, non esisteva la stampa digitale, il computer e tutte le diavolerie moderne che sarebbero venute dopo, ma c’erano le pergamene e gli amanuensi che, con le loro piume d’oca scrivevano i testi. Beh, sto per barare e far fare al mio banchetto un salto temporale, arrivando alla stampa con i caratteri tipografici, perché mi è venuta un’idea!

Matrimonio a tema libri: vuoi sapere cosa mangerai?

Quando la stampa si faceva con i caratteri tipografici mobili, le singole lettere venivano unite su una piastra, formando le parole e poi si passava sopra l’inchiostro e si sovrapponeva il foglio per ottenere lo stampato… ora seguitemi.

Per il menu ho deciso di farmi realizzare da un timbrificio tante piastre tipografiche, che altro non saranno che dei timbri più grandi. Immaginate un rettangolo di 21×24 in tecnopolimero con i caratteri a rialzo. Farò montare queste piastre su altrettante tavolette di legno di un centimetro di spessore e di dimensione più grande.
Bene, mi seguite? Ora, su ogni tavolo i commensali troveranno queste piastre tipografiche, un rullo, una vaschetta di vernice atossica, o anche di senape e dei fogli di pergamena e si stamperanno da soli il menu.

Come ho fatto? Per me è facile, mi occupo di comunicazione, nella mia agenzia queste cose fuori dagli schemi le facciamo continuamente e ho semplicemente consultato il miglior direttore creativo che io conosca e poi i miei fornitori.

In generale però se volete fare una cosa particolare, una buona agenzia di comunicazione della vostra città sarà più che felice di progettare questi strumenti per voi.

 

Ma prima di arrivare ai tavoli… il tableau de mariage!

Quando gli invitati arrivano nella sala, prima di scoprire che se vogliono sapere cosa mangeranno dovranno stamparsi da soli il menu, passano dal tabellone in cui sono segnati i tavoli con le assegnazioni dei posti.

Eheh, ho pensato per questo oggetto, di realizzare una stampa molto grande, che riproduce la piastra tipografica con i tavoli e tutte le informazioni. Solo che, come ben immaginate, le piastre tipografiche venivano montate con i caratteri al contrario, in modo che poi, passando inchiostro e foglio, su quest’ultimo apparissero le lettere nel verso giusto, quindi ci sarà un cesto accanto al mio tableau, con degli specchi, e per decifrare il testo gli invitati dovranno leggere attraverso lo specchio.
Sono molto divertita al solo pensiero.

Il mio tableau non finisce qui. Verso la fine della stampa e sul cavalletto che la regge e poi per terra, ci saranno dei veri caratteri tipografici in piombo: i vecchi caratteri tipografici si trovano anche in rete, su ebay o kijiji o per esempio nei siti specializzati in armi e caccia, dove vengono venduti al chilo, per essere fusi e poi trasformati in proiettili.
Io li acquisto e ne faccio un uso più divertente!

matrimonio a tema libri: menu di nozze tipograficoLuciano Mastrascusa

Le fedi per un matrimonio a tema libri

Delle fedi abbiamo già parlato, ce ne sono di bellissime, che si rifanno alla tradizione, oppure moderne. Le mie le farò realizzare da un orafo, perché le voglio progettate addosso a me. Se non conoscete orafi nella vostra città, basta fare un giro in Rete per trovare maestri artigiani eccezionali. Tornando alle mie le vorrei non uniformi, in oro che sembri vecchio, un po’ opaco.
Non so, mi farò aiutare dal maestro.

matrimonio a tema libri: la scelta delle fedi nuziali

Non abbiate fretta con le fedi, sono il simbolo della vostra unione, le porterete addosso per molto e molto tempo e vale la pena che siano perfette.

Devono esprimere la vostra personalità, armonizzarsi con i gioielli che indossate abitualmente, dovete essere orgogliose di questo nuovo anello! Che siano in oro, peltro, come si usava una volta, o ancora più bizzarre, dovranno essere le vostre fedi.

I regali di nozze per il mio matrimonio a tema libri

Lista nozze, busta, o regalo a sorpresa? Io voto regalo a sorpresa, come già ampiamente sottolineato in un altro articolo. Mi piace scartare i pacchetti, capire se il regalo è stato fatto pensando a me, mi piace anche disperarmi per l’oggetto bruttissimo che mi può capitare, o per i quattro tostapane identici. Quindi per quanto mi riguarda, niente lista e niente busta per favore! La busta non mi piace, però aiuta a pagare qualcosa e si evitano brutte sorprese; la lista è più elegante della busta, ma non c’è sorpresa. Si possono fare liste diversissime tra di loro, in un’agenzia di viaggi, in un negozio di arte, in un negozio di oggettistica. Ognuno sceglie in base al proprio gusto.

Matrimonio a tema libri: musica maestro!

E veniamo alla musica. Il mio tema è proprio particolare, siamo in pieno stile fantasy, nel regno di Delain, che ricorda molto l’epoca medievale. Che musica si ascoltava in quel periodo?

Troverò qualcuno in grado di deliziare i miei ospiti? Sempre con l’aiuto di Google mi faccio una ricerca e scopro che la musica di moda in quel periodo era quella trobadorica e troviera, che utilizzava il flauto, l’organo e l’arpa. Se volete un assaggio di questo tipo di musica, qui trovate un video. Tornando al mio matrimonio, voglio arpa e flauto.

Mi rivolgo nella mia città alla Officina delle Arti, uno spazio culturale, dove si fa teatro, danza, arte e dove viene offerto un servizio di musica per i matrimoni con diverse soluzioni, tra cui quella che cerco io. Sono una donna fortunata!

matrimonio a tema libri - bouquet con fiori di carta
Trilli e Gingilli

 

I fiori, il bouquet, i dettagli per la sala per un matrimonio a tema libri

Adesso devo pensare un po’, perché la scelta dei fiori e del bouquet mi mette ansia.

Già perché io sono allergica! Adoro i fiori, ma il loro profumo mi uccide all’istante. Per il bouquet, ci sto pensando da un po’ di giorni, vorrei orientarmi su un bel mazzo di fiori di… carta! Li faccio realizzare con fogli di vecchi libri (nel senso che faccio stampare delle fotocopie di fogli di libri, dopo averli ritoccati per antichizzarli. Mai strappare un libro!).

Questo slideshow richiede JavaScript.

ll mio bouquet di carta sarà speciale.
Ma non finisce qui, perché il mio tema, ha anche l’aspetto fantasy e magico da considerare e allora io mi affido ad una wedding designer speciale, Silvia Lara Ronco, conosciuta come Silviadeifiori, e mi faccio allestire la sala, la cappella e l’angolo del castello dove farò le foto, con i suoi bellissimi fiori giganti di carta.

Da esperta wedding designer, dopo che le avrò raccontato come immagino il mio matrimonio e qual è il tema scelto, lei saprà realizzare una scenografia memorabile, curando ogni minimo dettaglio!

Matrimonio a tema libri: le foto devono parlare

La scenografia per le foto l’ho già organizzata, con i fiori giganti di Silvia, così il fotografo dovrà solo fare scatti che mi renderanno immortale in questo paesaggio magico.

Matrimonio a tema libri: in foto Marilena Forciniti
Nanni Spina
Matrimonio a tema libri: in foto Marilena Forciniti
Nanni Spina
Matrimonio a tema libri: in foto Marilena Forciniti
Nanni Spina

In ogni città lavorano fotografi specializzati negli scatti per matrimoni, e per il mio voglio un fotografo che sia in grado di immortalare l’atmosfera di tutta la giornata, creando una storia, con scatti che fermino sulla carta le emozioni e che sappia anche creare un book legato al tema magico e fantasy che il mio libro propone.

Matrimonio a tema libri: in foto Marilena Forciniti
Nanni Spina
Matrimonio a tema libri: in foto Marilena Forciniti
Nanni Spina

Bomboniere solidali per un matrimonio a tema libri

Per quanto io ami i confetti, amo di più l’umanità. Ultimamente intorno a me vedo tanta solitudine e disperazione e voglio pensare a chi mi sta intorno, senza falsi moralismi o buonismi. Sto organizzando il mio matrimonio, so che sto spendendo molto e so anche che un giorno speciale me lo merito. Le bomboniere ho deciso di non farle, o meglio, di fare le bomboniere solidali, cioè quel tipo di bomboniere che aiutano le associazioni di volontariato e di ricerca ad aiutare gli altri, per ricevere un pasto caldo oppure cure mediche.

Il mio viaggio di nozze dentro i libri

Le mete esotiche non mi interessano, il mare con l’aperitivo fragoloso e la cena nella foglia di banano mi annoiano. Invece voglio continuare il viaggio nel mondo del libro e visitare posti che mi lascino sognare. E so anche esattamente dove andare! Prima tappa Parigi.

Perché è la città più romantica del mondo?
No, ricordatevi che sono sempre io, quella che legge i libri horror.

Ma a Parigi c’è una libreria molto speciale, dove si può pernottare circondati dall’odore della carta, e dai volumi ordinatamente disposti negli scaffali.
matrimonio a tema libri - viaggio di nozze a tema, albergo in una biblioteca

Per me, è un sogno che si realizza! Sto parlando dell’Hotel Marais Paris Boutik La Librairie, uno specialissimo albergo nel cuore di Parigi. E poi, sempre a Parigi, c’è la storia libreria Shakespeare & Company e si trova al civico 37 di Rue de la Bucherie, che ha ospitato tanti personaggi famosi, dove addirittura si può dormire gratis, in cambio di piccoli lavoretti.

Ci sono delle condizioni però, per accedere a questo posto speciale, che ha ospitato personaggi come Hemingway, Ezra Pound, Stein, George Antheil, Man Ray e Joyce: bisogna ricevere un invito e ammette solo scrittori ed esperti di letteratura. Riuscirò a farmi invitare? Ho pubblicato sei libri in effetti, ma non sono romanzi… ci proverò e in ogni caso andrò a visitarla!

matrimonio a tema libri - viaggio di nozze a tema, albergo in una biblioteca

Dopo aver girato per mercatini e librerie parigine, partirò alla volta del Galles, dove esiste un altro albergo-biblioteca che mi aspetta. Il Gladstone’s Library, è un albergo biblioteca realizzato dal Primo Ministro Gladstone nel secolo scorso, e si trova nel villaggio di Hawarden. In questo posto dormirò circondata da duecentocinquantamila volumi, incredibile.

matrimonio a tema libri - viaggio di nozze a tema, albergo in una biblioteca

A questo punto devo decidere se dividere il viaggio tra queste mete e godermi la vecchia Europa, che adoro, oppure prendermi un po’ più di tempo e allungarmi in Cina, dove è stata inaugurata una biblioteca incredibile, che al momento contiene “solamente” un milione e duecento mila libri, che sono solo un sesto della sua capacità totale, e che da fuori sembra un gigantesco occhio! Una struttura dall’architettura stupefacente, che vorrei proprio visitare. Il tempo è tiranno, però la tentazione è fortissima!

Ops, dimenticavo…

Bene, sono soddisfatta. Il matrimonio sarà perfetto.
Ricapitoliamo dunque: location, chef, allestimento, fiori, bomboniere… adesso devo trovare lo sposo!
Mi aiutate voi? 🙂

di Titta Trua

 

Credits

Foto: in posa Marilena Forciniti, fotografia di Nanni Spina; Grafica: Luciano Mastrascusa; Flower Designer: Silvia Dei Fiori; Abito da sposa: Diva Atelier, bozzetto di Vito Antonio Dionisio; Sandali: Dea Sandals; Location: Castello Federiciano; Bomboniere: CESVI oppure AIRC

Rispondi

P.I. 038859400167 - Marketing Manager: Titta Teresa Trua - Marketing mail: marketing@matrimoniocreativo.eu
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: