Il matrimonio anni 30 della sposa oculata

Cari lettori, è arrivato il momento più atteso del web: il 6 giugno 2015 si è celebrato il matrimonio più “social” del momento, quello della nostra amica, la cara blogger Rebecca, molte volte ospite delle pagine virtuali di Matrimonio Creativo, nonché proprietaria del celebre sito web Sposiamoci Risparmiando.
L’intera rete ha atteso tredidamente il grande giorno di coloro i quali possiamo a pieno diritto definire “sposi 2.0”; sì, perché è stata premura costante di Rebecca, durante i preparativi del grande evento, condividere – passo dopo passo – ogni emozione vissuta con noi e darci al contempo anche preziosi suggerimenti su come organizzare le nozze in grande stile senza delapidare i propri risparmi.
matrimonio anni 30 - Rebecca e Stefano
E’ chiaro che noi di Matrimonio Creativo non potevamo mancare ad un appuntamento così importante: è, infatti, un overo onore ospitare in questo portale il matrimonio Anni Trenta de La Sposa Oculata – l’appellativo con cui Rebecca è nota ormai in rete -quindi non abbiamo perso tempo e siamo subito andati ad intervistarla…

Matrimonio anni 30: le partecipazioni di nozze de La Sposa Oculata

Come ogni sposa attenta che si rispetti, Rebecca ha progettato il suo matrimonio sin nei più piccoli dettagli. Per prima cosa ha deciso che lo stile del suo evento sarebbe stato vintage, più precisamente lei avrebbe organizzato un matrimonio ispirato agli anni Trenta del Novecento: voleva infatti, con questa scelta, omaggiare sua nonna – un grande esempio di vita per lei.
Quindi si è catapultata indietro nel tempo sfogliando vecchi album di fotografie, cercando spunti nei libri di storia e… la sua fervida fantasia l’ha portata a creare un evento unico, cucito su misura sulla loro coppia.
matrimonio anni 30 partecipazioni di nozze
Il primo passo è stato occuparsi della realizzazione delle partecipazioni di nozze: «Ho ideato una partecipazione in stile shabby chic, romantica ma ispirata al tema anni 30. Essendo, quello, un periodo caratterizzato da una grafica ricca e geometrica, da linee curve con ornamenti a predilezione vegetale o floreale – forme a zigzag o a scacchi e curve vaste, motivi a ‘V’ e a raggi solari – per la grafica della copertina ho pensato ad un pattern che ricorda un grattacielo, un elemento decorativo stilizzato e geometrico al tempo stesso e che si alterna nei colori rosa e azzurro, che fanno della palette di colori da me scelta per le nozze. Ho poi mantenuto nella parte centrale lo stemma con i nostri profili stilizzati» così Rebecca descrive le partecipazioni realizzate per lei dal sito www.partecipazionipermatrimonio.com, in carta Tintoretto Neve 250 gr. e dal modello quadrato a due ante; a metà tra le due ante è posto il disegno di uno stemma e, accanto, due profili che si guardano «come ad indicare due anime che diventano una cosa sola una volta unite come le due ante dell’invito»; l’interno della partecipazione è invece caratterizzato da una cornice dagli ornamenti naturalistici e presenta una grafica più essenziale, tipica dei giorni nostri: «per il testo abbiamo scelto più tipi di fonts dal sapore retrò, una tecnica molto di moda in questi ultimi anni. Il tema anni ’30 viene citato ma svecchiato e l’invito acquisisce un sapore lievemente glamour, ma più delicato e romantico di quello urlato tipico del periodo storico a cui si ispira, grazie soprattutto a questo sapiente accostamento di stili e di colori pastello.».

Matrimonio anni 30: i decori floreali e non

Dopo aver studiato nel dettaglio partecipazioni e inviti di nozze – anticipando sapientemente cosi ai suoi ospiti il tema del matrimonio – Rebecca ha lasciato che la sua immaginazione rendesse spettacolari e unici anche gli addobbi scelti per decorare gli ambienti in cui le nozze hanno avuto luogo.
matrimonio anni 30 - decorazioni floreali
All’esterno della Sala Consiliare di San Vincenzo, dove gli sposi 2.0 hanno pronunciato promesse di amore indissolubile, è stata allestita una vera e propria passerella di sabbia: su di essa sono state adagiate con conchiglie, legnetti e nastri di pizzo; «accanto all’ingresso della sala, ho fatto posizionare una sedia antica con sopra una vecchia valigia di pelle recuperata tra le memorie degli anni passati; in essa sono state sistemate delle buste chiuse da dello spago e contenti i coriandoli a forma di cuore realizzati a mano da me – erano questi i nostri “coni portariso” alternativi e ispirati al tema delle nozze»; completavano la particolare scenografia vintage un candelabro e due lanterne di proprietà della sposa oculata.

All’interno della sala, invece, sono state adoperate poche decorazioni «essendo la sala già di per sé molto scenografica e decorata grazie agli enormi quadri alle pareti e al pavimento trasparente che lascia intravedere le vecchie fondamenta della torretta di avvistamento al cui interno è stata ricavata la sala» spiega la sposa oculata: si è quindi optato per un semplice cuscino di rose, peonie e Gypsophila e una composizione di candele adagiate sopra ad un centrotavola d’argento.
matrimonio anni 30 fiori
Il cuscino di fiori in realtà richiamava il bouquet di Rebecca: «a forma rotonda, era composto da bellissime rose bianche sfumate di rosa, peonie, una ortensia rosa, Gypsophila, rosmarino per augurare forza di spirito e energia e salvia, per augurare amore duraturo e tanta salute». Il bouquet è stato avvolto in un romantico e delicato tessuto a pois e tenuto unito con nastri di raso di colore rosa su cui è stato cucito un piccolo cuore in argento, il tutto in perfetto stile shabby-chic, tendenza nozze 2015.

Matrimonio anni 30: il ricevimento

La vena creativa di Rebecca ha trovato, poi, la sua massima espressione nei dettagli pensati per il ricevimento di nozze.
matrimonio anni 30 tavolo sposi
«Innanzitutto», racconta Rebecca, «ho realizzato un cartellone all’entrata della location per segnalare che al suo interno vi era una festa privata, sempre riprendendo gli elementi grafici e i fonts della partecipazione.». Il tableau mariage, poi, è stato ricavato sfruttando una mensola decapata in azzurro: all’interno della mensola son stati riposti dei vezzosi vasetti in vetro rivestiti con rimanenze di tessuto, trine e perle; ad ogni vasetto è stato associato uno specifico cartoncino – graficamente coordinato con il progetto della partecipazione – recante nomi dei tavoli e dei commensali variamente assegnati. «I nomi dei tavoli sono stati associati ai nodi marinari, non solo per il fatto che si trattasse di un matrimonio sul mare, ma soprattutto perché il nodo porta con se una valenza simbolica, dato che si manifesta dall’intreccio con legamento di due estremità.», spiega Rebecca. Sopra la mensola, poi, è stata posta una particolarissima scritta “tableau” creata rivestendo delle lettere di cartone realizzate a mano ricavate da delle vecchie scatole.
matrimonio anni 30 tableau mariage
Particolarissima la scelta di personalizzazione dei menu della location: «sono stati tutti sostituiti da un’unica lavagna realizzata a mano riciclando una tela e su cui ho scritto a mano con il gesso le varie pietanze. La lavagna è stata poi posizionata sul camino della location in modo da essere visibile da tutti i presenti nella sala.»… geniale, vero?
matrimonio anni 30 menu sala ricevimenti
Alternativi anche i centrotavola: dei libri antichi stretti tra corde e trine accanto ai quali sono state posti teiere, zuccheriere, cornici, specchi e vasi preziosamente custoditi nel laboratorio di Donange Bijoux adornati da peonie, rose, Gypsophila, nastri e perle; «l’intento era quello di ricreare un’atmosfera vintage che ricordasse la casa della mia nonna». Una variante sul tema è stato il tavolo degli sposi, il cui centrotavola era costituito da una composizione di fiori e uno specchio anticato su cui era stato scritto con il rossetto “oggi sposi”.

Come segnaposti, sopra a delle tovagliette azzurre di carta simili ai centrini della nonna – che fungevano anche da guestbook – delle penne appoggiate sui tovaglioli con sopra incisi i nomi degli ospiti: queste potevano appunto essere utilizzate per scrivere sulla tovaglietta un pensiero o una dedica agli sposi.
matrimonio anni 30 photobooth
«La personalizzazione della location non si è fermata solo ai tavoli, ma è proseguita rivestendo le luci del locale e introducendo dei cuori in legno con delle vecchie chiavi tra le tende delle finestre.», aggiunge Rebecca con gli occhi che ancora brillano ripercorrendo i ricordi di quel magico giorno.

L’intrattenimento è stato affidato ad una band orchestrale jazz i cui componenti erano abbigliati in perfetto stile anni 30: gli ospiti sono stati così deliziati da un repertorio classico di musica anni 30, 40, 50 e 60; divertentissimo, poi, il photo booth Funny che ha fatto da sfondo alle foto al momento del taglio della torta e che è stato molto apprezzato dai bambini «ma soprattutto dagli adulti», sottolinea divertita la sposa oculata.

Infine, la torta nuziale: non la classica torta a piani ricoperta di zucchero o di cioccolato banco, bensì «grazie alla pasticceria Dulcinea di Pistoia – che realizza torte bio e lavora a mano ogni singolo ingrediente proprio come faceva mia nonna – abbiamo trasformato i piani in tanti tipi di torte, andando a comporre uno scenografico table wedding cake»; il favoloso dolce era composto da: cheesecake pistacchio e ciliegie, charlotte con i lamponi e la crema, torta di cioccolato e fragole, cupcakes colorati in armonia con il wedding design, mini con il cioccolato e i lamponi, bocconotti con le marmellate, cannelé e biscotti a forma di “sposini”. Il cake topper – realizzato dallo Scrigno Magico – era rappresentato da due matitine poste sopra una pergamena – una metafora della professione degli sposi. Immancabile, poi, la confettata: «per tutti i gusti – anche lattosio free e vegan!», il tutto sistemato in varie zuppiere e contenitori che sembravano rubati dalla credenza della nonna. Accanto ai contenitori, tante bustine craft decorate dalla sposa che gli invitati potevano utilizzare per servirsi autonomamente.
matrimonio anni 30 lanterne
Le sorprese sono finite qui? No: «per il “coup de theatre” abbiamo concluso con il lancio delle lanterne a forma di cuore… un momento magico: un vero spettacolo vederle volare insieme verso il cielo terso di stelle!» e sulla scia delle tue parole così cariche di poesia, cara Rebecca, noi di Matrimonio Creativo ti facciamo i più sinceri auguri di una meravigliosa vita di coppia!!

Rispondi

P.I. 038859400167 - Marketing Manager: Titta Teresa Trua - Marketing mail: marketing@matrimoniocreativo.eu
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: