Hummus, il gusto estivo dei ceci

I legumi fanno bene e sono buoni, ma in estate non vengono in mente spesso. Dalla Grecia una salsa gustosa

hummus
Fonte: Pixabay

L’Hummus non è una pietanza solo greca, ma appartiene alla tradizione culinaria di diversi Paesi, come la Turchia, Israele, la Palestina. È una salsa cremosa, fatta con i ceci, che si consuma tradizionalmente con i falafel, delle polpettine altrettanto buone, di cui vi daremo la ricetta. A me piace mangiarla con le verdure sul pane abbrustolito, ma provatela anche con il pesce o la carne e sentirete che bontà! La ricetta che vi propongo viene direttamente dal libro rosso delle ricette della mia mamma, un quaderno dove nel tempo sono state segnate tutte le ricette scambiate tra amiche e anche quelle di famiglia, quelle con il segreto che le rende uniche. Abbiamo tutti un quaderno così, che sa di amore e magia. La ricetta è di un’amica e collega di università di mia madre, una ragazza greca di grande bellezza e simpatia.

 

Ingredienti

  • 400 gr di ceci bolliti (considerate circa la metà secchi)
  • 3 ctav di pasta thain
  • 1 limone spremuto
  • 2 spicchi d’aglio
  • 2 ctav cumino in polvere
  • 4 ctav olio di semi (di sesamo, ma io uso quello di soia)
  • Sale

Per la pasta thain

  • 100 gr semi di sesamo
  • Olio di semi
  • Sale

Preparazione

Iniziamo con la pasta Thain, che è una salsa molto densa preparata con i semi di sesamo. La pasta Thain è un elemento base della cucina araba, utilizzata per la preparazione di pietanze salate, ma anche di ottimi dolci. Ha un sapore intenso e un colore ambrato. Preparata come una pasta, cioè lasciata piuttosto densa, si conserva in frigorifero in vasetti di vetro.

Dobbiamo mettere i semi di sesamo in una padella che avremo fatto riscaldare sul fuoco. Giriamo i semi con un cucchiaio di legno per un paio di minuti, fino a che non iniziamo a sentire scoppiettare i semi. Attenzione a non farli bruciare,perché altrimenti rilasciano una sostanza tossica per l’organismo, bastano davvero un paio di minuti. Fatto questo mettiamoli in un macinino per il caffè, oppure nel frullatore e riduciamoli in polvere. Ci siete? Ok, adesso è il momento di aggiungere il sale e l’olio fino a che avremo raggiunto la consistenza desiderata. Per la pasta Thain tale consistenza è come quella del burro, se volete invece una salsa, dovrete aggiungere altro olio. Per conservarla la mettiamo in un barattolo di vetro pressandola bene per fare uscire l’aria e chiudiamo.

E ora veniamo all’hummus. Togliamo i ceci dall’acqua di cottura, conservandola perché ci servirà e frulliamoli. Se vogliamo essere proprio precise dovremmo sbucciarli, in  modo da ottenere una salsa molto vellutata, ma a me piace lasciarli così come sono. Se però volete fare questa operazione, è più semplice di quanto si immagini: mettete i ceci su un canovaccio pulito e richiudete i lembi formando un pacchetto, poi passate la mano ruotando sui ceci, quindi aprite il pacchetto e prendete i ceci spellati! Una volta frullati i ceci, aggiungiamo la pasta Thain, il cumino, il sale, l’aglio a cui avremo tolto l’anima, il limone e l’olio. Azioniamo nuovamente il frullatore fino ad ottenere una bella salsa cremosa e se necessario aggiungiamo un po’ di acqua di cottura (nel caso fosse troppo densa).

Ci siamo ragazze, abbiamo realizzato l’hummus, prelibato e profumato. Provatelo su un pezzetto di pane abbrustolito, tanto per iniziare e assaporatene la dolcezza!

di Titta Trua

Rispondi

P.I. 038859400167 - Marketing Manager: Titta Teresa Trua - Marketing mail: marketing@matrimoniocreativo.eu
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: